Con l’ultimo aggiornamento dell’applicazione, Netflix ha annunciato un blocco per i dispositivi Android con il root di sistema.

Gli utenti con un dispositivo Android con il root, ovvero con i permessi SuperUser, non saranno più in grado di utilizzare l’applicazione Netflix.

La società ha confermato che con l’ultimo aggiornamento l’applicazione sarà bloccata per tutti i dispositivi modificati o senza certificazione Google.

Netflix non ha specificato i motivi per cui abbia deciso di bloccare i dispositivi Android con il root ma il fatto che l’ultima versione dell’applicazione si appoggi su Widevine di Google per la gestione dei diritti digitali potrebbe essere la risposta.

Lo scopo del DRM è quello di proteggere le aziende che distribuiscono file multimediali dalla pirateria.

I dispositivi Android con il root forniscono agli utenti un controllo maggiore del proprio smartphone o tablet, facilitando l’aggiramento delle barriere DRM.

Netflix cerca di mettersi al riparo dalla pirateria ma con questa decisione penalizza gli utenti che hanno effettuato il root solo per migliorare le prestazioni del proprio dispositivo o per personalizzarlo meglio.

Per controllare che si possa installare l’applicazione Netflix sul proprio smartphone o tablet Android è necessario passare da Google Play Store e controllare se il dispositivo risulti compatibile.

In caso contrario è possibile scaricare l’APK di Netflix per ricevere gli aggiornamenti anche su un dispositivo Android con il root.

Classificato in: