Per tante persone il sonno è una delle battaglie più difficile da affrontare. Qualcuno diceva che l’ultimo giudice della giornata è il cuscino e a lui si debba rendere conto del proprio operato.

Dormire diventa difficile dopo una giornata di stress, di lavoro, di pensieri, di mancanza e anche tutta la stanchezza accumulata durante le ore diurne non serve a lasciare che le palpebre si chiudano e si sprofondi in un riposo ristoratore.

Però sembra esserci una soluzione a tutto questo che non prevede l’assunzione di pillole, sonniferi o gocce varie ma solo la respirazione.

Il dottor Andrew Weil spiega la tecnica della respirazione 4-7-8, un’esercizio che ha lo scopo di rilassare corpo e mente concentrandosi sulla respirazione.

L’esercizio è assolutamente semplice e non prevede nessuno strumento oltre al proprio corpo. Si inspira aria per 4 secondi, si trattiene l’aria nel corpo per 7 secondi e si espira per 8 secondi. Ripetendo l’esercizio per almeno 4 volte, quindi circa un minuto in totale, alla fine non ci si dovrebbe sentire solo rilassati ma predisposti a dormire.

Terminato il minuto di esercizi, Weil suggerisce di rilassare anche la lingua, appoggiando la punta sulla parte interna dei denti anteriori e lasciarla riposare per almeno un minuto.

Trattenere il respiro per 7 secondi dopo aver inspirato aria aiuta a diffondere i benefici dell’ossigeno per tutto il corpo, cosa che normalmente non facciamo durante la respirazione normale perché troppo veloce per essere profonda.

Al secondo ciclo di respirazione si dovrebbero iniziare a sentire i primi benefici della tecnica mentre al termine dell’ultimo ciclo il corpo dovrebbe essere sufficientemente calmo e dormire dovrebbe risultare una conseguenza naturale.

Weil osserva che la tecnica di respirazione 4-7-8 risulti particolarmente efficace in situazioni di eccessivo stress e più si pratica più potenti sono i suoi effetti.

Classificato in: