Nel doodle di oggi Google celebra l’anniversario della nascita di Clara Rockmore, la più grande suonatrice di uno strumento – il theremin –  che quasi nessuno conosce. La Rockmore oggi compirebbe 105 anni.

Clara Rockmore (nata Reisenberg) nacque a Vilnius, oggi capitale della Lituania ma un tempo facente parte della Russia. A quattro anni fu ammessa al conservatorio di San Pietroburgo e iniziò a studiare violino con Lipót Auer. Ancora giovanissima, la Rockmoresi trasferì con la famiglia negli Stati Uniti e continuò lo studio del violino che dovette poi abbandonare per un problema ai tendini.

Fu allora che si dedicò allo studio e sperimentazione del theremin, inventato dal fisico Lev Sergeyevich Termen.

Il theremin, il cui nome deriva da quello del suo inventore, è strumento elettronico formato da una scatola con due antenne. Una regola l’intensità del suono, l’altra la sua altezza. Si suona senza contatto fisico ed è la distanza della mano dalle antenne a modificare il suono emesso dallo strumento. Avvicinare la mano ad un antenna permette di ottenere note alte, avvicinando la mano all’altra antenna produce suoni più bassi. Toccando l’antenna dell’intensità si silenzia lo strumento. Il suono del theremin è paragonabile a quello di un violino.

La Rockmore, con il passato da violinista, si appassionò allo strumento che assomigliava a quello suonato nell’infanzia e diventò molto brava a suonarlo, riuscendo a collaborare con il suo inventore per creare un modello su misura e più raffinato. Cominciò a suonare negli Stati Uniti e in Europa facendo conoscere il nuovo strumento accompagnata anche dalla sorella pianista.

Il doodle di Google è uno di quelli animati ed interattivi e permette agli utenti di provare il theremin, seguendo prima le tre lezioni e poi consentendo di suonarlo liberamente in una versione, naturalmente semplificata.

Il doodle interattivo di oggi è stato progettato dall’artista Robinson Wood insieme al designer Kevin Burke e agli ingegneri Will Knowles e Kris Hom con l’aiuto di tutto il team di Google che si occupa dei doodle. Knowles ha spiegato che i primi tentativi per fare il doodle erano stati abbastanza facili, ma il risultato era uno strumento che produceva note molto fredde e con scarsa modulazione: un suono molto lontano dal vibrato tipico della tecnica usata da Rockmore.

Per migliorare il suono del theremin interattivo è stato allora chiesto aiuto al musicista e theremista Mark Goldstein, che ha contribuito a rendere il theremin di Google più ricco di sfumature e con scale più realistiche.

Classificato in: